ZINCO: Un minerale salva-vita

Un alleato per rallentare l'invecchiamento della pelle e dei tessuti interni del corpo

Posted da Claudio Mazza Settmebre 8, 2020

Lo zinco è un minerale importante per il corretto funzionamento degli ormoni e dell'insulina nel nostro organismo. Assunto attraverso gli alimenti come pesce, cereali e legumi, lo zinco è importante anche per la vista, l'olfatto e la memoria. Scopriamolo meglio.

Cos’è lo zinco

Lo zinco è un elemento chimico che ha come numero atomico il 30 e come simbolo Zn. Lo zinco si presenta, a temperatura ambiente, allo stato solido ed è contenuto in minerali quali blenda, smithsonite, calamina, sfalerite e franklinite.

A cosa serve

Lo zinco è importante per l’organismo, in quanto è uno di quei complessi enzimatici necessari per il corretto funzionamento di ormoni, insulina, ormoni sessuali e ormone della crescita.L'organismo ne contiene generalmente da 1,4 a 2,5 grammi, immagazzinati per lo più nei globuli rossi e bianchi e nei muscoli. Nel plasma è presente sotto forma di aggregati con varie proteine e amminoacidi.Lo zinco per le sue proprietà è un elemento fondamentale per un’equilibrata crescita corporea e per il controllo del metabolismo e quindi del peso.Lo zinco è anche implicato nel funzionamento della vista, del tatto, dell'olfatto e della memoria, una carenza di zinco provoca disfunzioni sensoriali e intellettive. Negli uomini, lo zinco è un elemento importante per la produzione di sperma: una carenza di zinco può provocare una diminuzione nel numero degli spermatozoi nel seme.Tra i sintomi di carenza di zinco si annoverano: perdita di capelli, eruzioni cutanee, diarrea, disturbi mentali e infezioni frequenti dovute a un mal funzionamento del sistema immunitario.

Fabbisogno giornaliero di zinco

Il fabbisogno giornaliero di zinco varia a seconda del sesso e dell'età. Gli uomini hanno bisogno di circa 10 milligrammi di zinco al giorno, mentre le donne circa 8, come i bambini.

Dove si trova lo zinco

Lo zinco si trova in diverse fonti alimentari: nel pesce, nella carne rossa, nei cereali, nei legumi, nella frutta secca e semi, come semi di girasole e semi di zucca. Alte percentuali di zinco sono contenute nelle ostriche, nel lievito, nel latte, nei funghi, nel cacao, nelle noci, nel tuorlo d'uovo. Frutta, verdura e i cereali contengono fitati e fibra che ne riducono l'assorbimento.I fitati vengono bilanciati dall’assunzione di cibi fermentati, come il pane, che riduce il rischio di carenza. C’è da tenere presente che solo il 20%-30% circa dello zinco presente negli alimenti viene assorbito dall’organismo.

Curiosità

Una delle leghe di zinco più conosciute è l’ottone. Oggetti e manufatti di zinco sono stati ritrovati già 1400 anni prima di Cristo in Palestina, in Transilvania e successivamente dagli antichi Romani.L'estrazione e l'uso di forme impure di zinco era praticato già nel 1000 a.C. in India e in Cina. Esistono miniere di zinco in tutto il mondo, ma i maggiori produttori sono il Canada, l’Australia, la Cina, il Perù, gli Stati Uniti. In Europa le miniere più importanti si trovano in Svezia e in Belgio. Oggi, un recente studio indiano, ha dimostrato che lo zinco può essere anche utile per combattere il raffreddore.